I personaggi di Follis: il magistrato Proto

Ogni luogo ha la sua giustizia. Così anche Follis nella sua stravaganza e assurdità ha un ordine precostituito, un’autorità istituzionale, la voce della legge.

Se si parla di ordine si parla del magistrato Proto, un anziano signore (ma solo anagraficamente) con energia da vendere a chiunque. La sua presenza nelle vicende di Follis è costante, il suo tempismo è paradossale. Proto si trova sempre nel posto giusto al momento giusto per fare le cose che è necessario fare. È così, un orologio svizzero di precisione e rigore. Ma non pensate che questo gli impedisca di essere in linea con le stravaganze dei suoi paesani e colleghi: Proto applica un ordine di una legge tutta sua che ha studiato e approvato con il Dottor Appeddu. Anche lui come quest’ultimo è garante della sicurezza dei cittadini, vorrebbe fare di più per loro ma si ritrova impotente, vittima del sortilegio che grava sulle vite di tutti

Tuttavia Proto è cerimonioso, preciso, categorico. Niente sfugge al suo giudizio, niente rimane incompiuto. Con punte di impazienza turbolente porta a termine qualsiasi compito a lui affidato, che si tratti di un’inezia o che ne vada della sua vita.

A volte la pomposità pervade il suo essere e lui vi si abbandona. Vedrete anche lui come gli altri passare da questi atteggiamenti ad altri molto meno ortodossi. Gli alti e bassi della follia rischieranno di contagiare anche lo spettatore ma non temete, basterà guardare al magistrato per ritrovare l’equilibrio perduto…o almeno, così dovrebbe essere.

Un unico avvertimento: a volte si sente una mucca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *